Angela Fraleigh

Angela Fraleigh è una pittrice americana i cui lavori sono davvero strabilianti, fluidi come se i colori e le forme si mischiassero tra loro con il risultato di una proposta nuova all’interno della pittura. La tecnica è tradizionale, rappresentativa anche se solo in parte. La fusione tra colore e rappresentazione crea una visione quasi distorta come se si osservasse il soggetto attraverso un specchio rotto e, molto spesso, ricorda alcuni dipinti surrealisti. Le sue opere possono essere viste nel suo portfolio online, nel suo sito personale e dal vivo invece sono disponibili in una galleria di Huston, la Inman Gallery.

Enjoy!

Annunci

Alex Kanevsky

Alex Kanevsky è un giovane pittore russo, trasferitosi in america dove ha studiato arte diplomandosi in arti visive. Molte sue opere si trovano già in alcune gallerie. Vi posto qui alcune sue opere, davvero molto belle!

Anne Van der Linden

Anne Van der Linden è un’artista francese d’adozione che crea dipinti davvero fortissimi. I suoi soggetti sono uomini e donne e le cose che racconta sono scene di vita quotidiana ma rese attraverso un occhio impietoso e crudo portato davvero all’estremo. Molto spesso si ritrovano nelle sue immagini scene di sesso, sia omosessuale che etero esasperate al massimo. Come colori e visione, i dipinti di Anne ricordano vagamente quelli di Frida Kahlo. Forti ma davvero interessanti.

Adriana Petit

Adriana Petit è un’artista spagnola estremamente versatile. E’ pittrice, musicista, fotografa e video maker.

All’interno del suo sito personale sono presenti 4 links che portano al suo portfolio di opere pittoriche, alla pagina MySpace del suo gruppo (i Muso Fantasma), alla sua pagina di Flickr in cui sono contenute le sue foto, e al canale di You Tube contenete tutti i suoi video.

Per quanto riguarda le sue opere visive, Adriana utilizza la tradizionale pittura ad olio mixando con essa anche il collage. Il risultato porta ad immagini surreali, soprattutto per quanto riguarda la serie chiamata “Pintadas”.  Il collage surreale è presente anche nella serie “Monocromo”, in cui vengono utilizzate vecchie foto in bianco e nero, sia di moda che di film.

Nelle altre serie il collage ha sempre una forte egemonia per quanto riguarda le tecniche utilizzate, ciò che varia è il tema e l’origine delle immagini utilizzate. Le atmosfere e i mondi ricreati attraverso le sue opere hanno in comune un forte surrealismo che rende ambigue ed enigmatiche le sue opere.

La medesima enigmaticità fa parte della produzione video di Adriana, ve ne posto uno tra le immagini.

Buona visione!

Basco-Vazko

Basco Vazko è un artista sud americano molto interessante e davvero dinamico.

I suoi lavori sono una contaminazione costate tra writing, collage e pittura. Non ho trovato molte informazioni su di lui tranne la sua pagina Flickr e il suo blog, i suoi lavori sono stati presentati in moltissime rassegne e mostre come, ad esempio, la mostra sui graffiti “Né dans la Rue” istituita dalla Fondation Carter a settembre di quest’anno.

Basco Vazko ha anche lavorato con il maschio di urbanwear Upper Playgroud.

Sas Christian

Sas Christian è un’artista inglese, crea dipinti ad olio che hanno un visibile legame con l’anime. Questo è visibile soprattutto nella raffigurazione degli occhi delle ragazze raffigurate tutte, bene o male, viste in primo piano.

Daniel O’Toole

Daniel O’Toole è un artista australiano, noto nell’ambiente street come “ears”. Dal 2006 si cimenta anche nell’arte tradizionale creando opere di grandissime dimensioni che ovviamente risentono delle origini artistiche. Le sue opere sono impressionanti, visivamente imponenti; spesso a raffigurazioni antropomorfe si accosta un timido lattering; un interessante mix up tra pittura e graffiti.

Recentemente ha aperto una galleria con Max Berry e Jamie Nimmo chiamato anche “Oh Really”.