The Comma ArtCityProject – Perugia

Un bellissimo progetto messo in piedi in quel di Perugia. Giovani artisti in mostra, tanti appuntamenti.

Ecco il loro manifesto:

“Comma” è la virgola, la pausa in una frase, un momento per prendere respiro, una sospensione. La virgola non interrompe il discorso, ma apre ad un nuovo dialogo, lascia spazio per pensare e a volte suggerisce un finale differente. Questo progetto vuole creare un incontro tra artisti e un confronto con la città. Un momento sospeso nel tempo che lascerà il segno di quello che è stato, una traccia di un gruppo di artisti che condividono la quotidianità e l’intenzione.

Con questo progetto, Perugia presenta il lavoro di 15 artisti di 8 nazionalità diverse, tutti residenti ad Amsterdam. I lavori saranno divisi tra spazi espositivi e interventi pubblici, entrando così in contatto con un audience diversificato e creando una connessione diretta con la città.

The comma indicates a pause in a sentence. It is the moment of breathing; is a suspension. The comma doesn’t break down the conversation, but opens to a new dialogue, leaves the space to think and sometimes suggests a different ending.

This project intends to create a meeting point among artists, and a connection with the city. A moment suspended in time that will leave a sign of what happened, a trace of a group of artists who share the daily life and the final aim.

With this project, Perugia presents the work of 15 artists of 8 different nationalities, all resident in Amsterdam. The works will be split into exhibition spaces and public interventions, getting in touch with a widely diversified public and establishing a direct connection with the city.

Artisti come l’italianissimo, (ma espatriato ad Amsterdam) The Boghe, Abner Preis, Galo, Joe Holbrook, Lil’ Shy, Lordh, Maoma, Mini Vila, Morcky, Ovni, Raymond Lemstra, Sit, The London Police, Wayne Horse, Zedz.

Amsterdam chiama Perugia..nel segno dell’arte di strada!

Go (really) and see!

http://comma-artcityproject.com/wordpress

Dima Grubin Olegovich

Designer russo, Dima realizza lavori di photodrawing, video in flash! e progetti per interni. Il suo portfolio completo è visibile all’interno del suo sito

Enjoy!

‘The Drug’ Röyksopp

This video is one of the winners (from ‘Senior’ album) of a video contest organized by Röyksopp and Genero.tv. It was made for a special Röyksopp BUG event (London’s premiere music video event) at the BFI Southbank in London. Song from ‘Senior’ album.
Enjoy!

Strange Arrangements by weare17

subBlue

subBlue è un progetto, è un sito, che contiene tutti i lavori e gli esperimenti effettuati da Tom Beddard un ex-fisico a cui piace giocherellare con programmi che gli permettono di generare forme particolari. Tutte le sue immagini sono il risultato di calcoli matematici che danno vita a evoluzione 3D di forme semplici o complesse. I suoi lavori sono davvero interessanti, oltre che complessi dal punto di vista visivo.

Enjoy!

John Stezaker

Nato nel 1949 a Rochester, è un fotografo  e artista inglese. I suoi lavori sono surreali e spesso usa come tecnica il collage attraverso cui crea opere interessanti al limite con la Pop art. Julian Stallabrass disse di lui “Il contrasto che è nel cuore dei suoi lavori non è tra la rappresentazione e la realtà, ma tra gli elementi primitivi della cultura popolare, e la visione ironica e cosciente delle immagini post-moderno”.

Il suo lavoro re-esamina le varie relazioni per l’immagine fotografica: come documento della verità, memoria, simbolo della cultura moderna. Nei suoi collage, Stezaker appropria di immagini trovate in libri, riviste, cartoline e li usa come ‘ready made’. Attraverso i suoi accostamenti eleganti, Stezaker adotta i contenuti e i contesti delle immagini originali per esprimere la sua visione arguta e pungente. Nella sua serie intitolata “Marriage” Stezaker si concentra sul concetto di ritrattistica, sia come genere artistico storico e identità pubblica. Usando scatti di classiche stelle del cinema, Stezaker fonde e sovrappone volti famosi, creando ‘icone’ ibride che dissociano il familiare, per creare sensazioni perturbanti. Accoppiando identità maschili e femminili in un unico personaggio, Stezaker punta ad un’armonia sconnessa, dove la disgiunzione della differenza integra e toglie tutto nello stesso momento. Nelle sue immagini correlate, le personalità (e le nostre idealizzazioni di loro) diventano accessorie e vuote, reso abbiette attraverso i loro difetti ingranditi e dalla lotta per il loro predominio visivo.

Usando immagini dell’era d’oro di Hollywood, temporalmente e concettualmente Stezaker si impegna nel suo interesse per il Surrealismo. Poste nel contesto contemporaneo, i suoi ritratti conservano la loro aura di fascino, nel contempo invece operano come esotiche ‘artefatti’ di una cultura obsoleta. I ritratti di Stezaker celebrano il grottesco, rendendo la storia d’amore con il modernismo altrettanto interessante e perversa.

Le sue opere sono state presentate in varie e famose mostre, tra cui la più importante quella del 2006 chiamata The Approach .

Kinetic Art – Dynamic Structure 29117 by Willem van Weeghel plus